Costa più la confezione del prodotto

Fonte: Aamterranuova

 

Nella spesa alimentare degli italiani il costo delle confezioni è la componente più rilevante e supera quello del prodotto agricolo contenuto. Quindi: meglio preferire i prodotti sfusi.

E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti presentata al forum internazionale ‘Economia dei rifiuti’ organizzato da Polieco, il Consorzio nazionale per il riciclaggio dei rifiuti a base di polietilene. Si tratta, sottolinea la Coldiretti, “dell’effetto congiunto delle strategie di marketing”, che puntano sulle confezioni per “favorire le vendite anche con la riduzione dei formati a favore dei single e delle famiglie sempre meno numerose”. A questo si aggiunge poi “il crollo dei prezzi alla produzione agricola”, che sono “calati dal 53% per le pesche al 30% per grano e latte su livelli insostenibili per le aziende agricole”. 
Contenitori e imballaggi, prosegue la Coldiretti, hanno una “incidenza notevole” sui prezzi, sia in quanto “componente sempre più rilevante del costo del prodotto” sia perchè “aumenta il peso da trasportare”. Il risultato, ribadisce l’organizzazione, è che “i barattoli etichettati costano più dei fagioli contenuti, le bottiglie più della passata, i brick più del succo di frutta ed le scatole più grano di cui sono fatti i biscotti”. Ad esempio, rileva Coldiretti, la confezione “incide per il 26% sul prezzo industriale di vendita”, mentre per la passata in bottiglia da 700 grammi “si arriva al 25%”, per il succo di frutta in brick “al 20%”. In conclusione, è meglio dunque preferire i prodotti sfusi; se acquistate biologico, scegliete il più possibile prodotti freschi senza cartone o cellophane. Se fate acquisti nei supermercati, scegliete le catene che mettono a disposizione prodotti sfusi, per esempio distributori di acqua e detersivi sfusi, frutta che si possa acquistare senza imballaggi o plastiche, eccetera. Farete un favore all’ambiente e al vostro portafogli.

Costa più la confezione del prodottoultima modifica: 2009-10-01T14:03:08+00:00da bibendum3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento