Perché vogliono il fluoro negli integratori?

Fonte: LaLeva.org

 

Mentre Parma e Bruxelles discutono se permettere o meno forme di calcio e magnesio comuni negli integratori come l’aspartato, l’ascorbato e il fumarato, due case farmaceutiche hanno pensato di introdurre nell’elenco delle “fonti di minerali permessi” un’altro minerale. Si tratta del fluoro, un minerale altamente tossico che però è importante in vari processi indutriali: la lavorazione dell’alluminio e la produzione di uranio per le centrali e le bombe atomiche. Il fluoro non è un nutriente indispensabile come lo sono le vitamine e molti altri minerali. Quel minerale è un anti-nutriente nel senso che ostacola l’assorbimento dello iodio. E’ vero che in piccole quantità il fluoro si lega con il calcio nello smalto dei denti e lo fa diventare più duro. Per questo viene aggiunto a molti dentifrici ma con un’avvertenza importante: “Non fatelo inghiottire ai bambini!”

Perché adesso ce lo troveremo negli integratori? Questa è la domanda che L’ANH si pose e lo scrisse in una lettera aperta all’EFSA, l’Autorità europea per la Sicurezza degli Alimenti. “Ma ci volete avvelenare con gli integratori?” scriveva il Dott. Verkerk dell’ANH, mentre ricordava che il fluoro non è affatto innocuo. L’EFSA ha messo le mani avanti: “Non era nostro compito pronunciarci sulla sicurezza del fluoro per sé … abbiamo dato solo un’opinione per due forme particolari del minerale e il loro uso negli integratori alimentari.” Hanno ragione poverini, il fluoro era già nell’elenco dei minerali allegato alla direttiva sugli integratori.

Ma perché un uso prettamente medicinale (la prevenzione della carie dentale) viene permesso per il fluoro negli integratori mentre per tutti gli altri minerali e le vitamine è vietato? E come mai le sostanze vengono valutate con due pesi e due misure? Scoppiò una forte polemica, anche nella stampa specializzata.

In effetti, il fluoro, lo hanno provato studi scientifici, causa una maggiore incidenza di rottura delle ossa nelle persone anziane in seguito all’osteoporosi. Il Dott. Durrant-Peatfield ci dice che il fluoro è un veleno che distrugge gli enzimi. Il suo accumulo nella tiroide è causa di squilibri ormonali. E’associato a malattie autoimmuni oltre all’osteoporosi, l’osteosarcoma e perfino un’aumento del cancro alla tiroide.

Alcuni ricercatori dicono che il fluoro, introdotto nell’alimentazione attraverso la sua aggiunta nell’acqua potabile, è uno strumento di controllo della popolazione. La sua azione sul cervello, a loro dire, ci fa più docili, meno attivi, meno cattivi. Vorremmo sapere perché le autorità europee sono così compiacenti quando si tratta di introdurre, dietro richiesta farmaceutica, il fluoro perfino nei nostri integratori.

Sepp Hasslberger
La Leva di Archimede

Perché vogliono il fluoro negli integratori?ultima modifica: 2009-05-29T09:17:46+02:00da bibendum3
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento